fbpx

Le 5 paure che ti stanno fermando sul web

Le 5 paure che ti stanno fermando sul web

Una delle differenze che mi stupisce di più tra la mentalità italiana e quella inglese è che nel nostro Paese qualcuno ha ancora qualche riserva riguardo l’investire il proprio tempo e le proprie risorse per assicurare alla propria azienda una buona reputazione anche online, mentre invece nel Regno Unito gli imprenditori hanno una consapevolezza maggiore del potere di internet e magari anche se non ne capiscono pienamente le dinamiche ci si buttano a capofitto affidando la gestione della loro presenza online a chi non andrebbe affidata.

Certo, queste cose si vedono anche in Italia, coi cugggini che si improvvisano esperti e fanno disastri, ma paradossalmente in misura minore rispetto al Regno Unito. Questo perché in Italia c’è una minore tendenza a sperimentare e una serie di paure legate al mondo digitale.

Personalmente sono del parere che bisognerebbe sperimentare di più, magari fallire anche, ma sconfiggere le paure che impediscono alle imprese italiane di andare online e sfondare.

Quali sono queste paure? Ne ho individuate cinque che accomunano un po’ tutti.

1. Costerà troppo

Portare il proprio business online costa tanto, me ne rendo conto: ci vogliono un piano di marketing, un sito web da realizzare e tenere aggiornato, un social media manager, qualcuno che curi la SEO e così via.

Ci sono talmente tanti professionisti che ruotano attorno alla presenza online di un’azienda che diventa difficile riuscire a tenere il conto. Figuriamoci a quantificare la spesa. È chiaro che il primo anno spenderai di più, ma gli anni successivi la spesa si attesterà attorno a una quota accettabile.

Ti chiedi se ne vale la pena? Beh, se spendere mille euro te ne fa guadagnare quattromila, ne vale la pena.

2. Prenderà molto tempo

Sì, la presenza online richiede tempo e su questo c’è poco da fare. Se non hai tempo da dedicare alla parte digitale della tua azienda, faresti meglio a non iniziare del tutto. Ma attenzione: non avere tempo è diverso dall’avere meno tempo di quanto sarebbe necessario.

Se è questo il problema, e spesso lo è, inizia comunque a muoverti. Dovrai pensare in maniera più intelligente alle mosse da fare per ottimizzare il poco tempo che hai a disposizione, ma non è detto che col passare del tempo tu non possa permetterti di assumere professionisti che lavorando per te ti faranno risparmiare più tempo di quanto ne impiegavi all’inizio.

3. Prenderò decisioni sbagliate

È possibile e fa parte dei rischi. Ma appunto per questo ci sono dei professionisti in grado di guidarti e consigliarti in base alla loro esperienza su qual è la strada migliore da prendere, ma soprattutto, nessuno conosce la tua audience meglio di te e l’esperienza nel tuo lavoro sarà fondamentale e alla fine si rivelerà la tua guida più importante.

4. Sembra un disegno irrealizzabile

Qualsiasi montagna, prima di cominciare a scalare, sembra insormontabile, ma fai qualche ricerca su Google e ti accorgerai che è pieno di brand che hanno trovato il proprio successo online, sperimentando, fallendo e ricostruendo. Sii indulgente con la tua timeline e vedrai che con gli step giusti i risultati arriveranno, il che ci porta tuttavia alla quinta paura.

5. Come saprò quali sono gli step da fare?

Sebbene sia vero che ogni brand è una storia a sé, ci sono tantissimi metodi, strategie, percorsi che sono stati tentati, giudicati e migliorati nel tempo e che tu puoi usare a tuo vantaggio per delineare la tua strategia e il tuo percorso.

Conclusioni

Avere paura va bene. La paura evita che tu possa prendere il successo per garantito, ti fa chiedere le domande giuste e ti fa lavorare sodo, ma chiediti se una delle paure appena descritte non ti stia limitando impedendoti di vivere la vita che vorresti vivere e fare i passi in avanti che vorresti fare.

Se è così, queste non sono paure da rispettare, ma da rigettare.

Adesso ti chiedo: qual è la più grande paura che ti tiene fuori dal web? Se ti va, parliamone nei commenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu

Pin It on Pinterest

Share This