fbpx

Come analizzare i tuoi competitor

Boxe

Boxe

Analizzare i competitor è il primo passo per una strategia di successo [twitta questa frase], ma nonostante quello che si dice in giro, fare un’analisi accurata della concorrenza non è semplice, soprattutto se bisogna estrapolare dei parametri che serviranno in un secondo momento alla corretta formulazione della strategia.

Con questo post non intendo assolutamente fornire un metodo da seguire pedissequamente, ma vorrei semplicemente dare un’impronta schematica divisa in varie fasi sulla cui base modellare un proprio modus operandi.

Fase 1: osservazione

Innanzitutto devi individuare i tuoi concorrenti ed osservarli in una serie di situazioni. È bene definire che il concorrente è colui che vende il tuo stesso prodotto. Attenzione: non la stessa categoria di prodotti, ma prodotti della stessa qualità sostituibili tra loro. Se ad esempio vendi auto di lusso, non puoi definire tuo competitor il concessionario che vende utilitarie. Una volta individuati, dovrai osservare i loro movimenti ogni volta che si muove il mercato.

Fase 2: raccolta dati

Non sempre i dati necessari all’analisi sono accessibili al pubblico, ma iniziare da quelli che ti capitano sotto gli occhi è comunque un buon punto di partenza.

Per il resto puoi fare riferimento ad agenzie di rating, a ricerche di mercato effettuate da consulenti specializzati ed all’esame dei prodotti in vendita.

Fase 3: organizzazione dei dati

I dati raccolti vanno organizzati in modo tale da agevolare la comparazione nella fase successiva, inoltre è importante definire quali, tra le metriche osservate, è necessario rapportare al fine di effettuare una corretta analisi dell’efficacia della strategia adottata dai propri competitor.

È questa la fase in cui si disegnano tabelle, si redigono grafici, si scrivono rapporti e ci si pongono le domande alle quali si risponderà con l’analisi.

Fase 4: analisi finale

Guardando i dati raccolti e organizzati si possono ora formulare le conclusioni più opportune (molto dipende dal metodo di ragionamento e dall’importanza che viene data ad ogni dato). Fondamentale, in questa fase, la comparazione tra la tua azienda e la concorrenza, cosa che servirà a formulare la corretta strategia per eliminare i punti deboli che possono rappresentare uno svantaggio nei confronti dei competitor.

Tu come analizzi i tuoi competitor? In che modo colmi il distacco, se esiste, tra la tua azienda e quelle che hanno il tuo stesso target? Commentiamo insieme per approfondire la discussione. 😉

Articoli correlati

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mario Palmieri

Mi chiamo Mario Palmieri e sono un digital copywriter. Mi occupo di scrivere testi pubblicitari e contenuti per conto di aziende e professionisti che vogliono farsi conoscere sul web.

Share This

ContenTricks

Advertising online

Il cliente

ContenTricks è una libreria di contenuti sul digital marketing già pronti all’uso, dagli articoli ai video. Vi si accede pagando una sottoscrizione mensile e ogni mese vengono caricati nuovi contenuti.

L’obiettivo della campagna su Facebook era quello di aumentare il numero degli iscritti facendo appello a tutti quei marketer che fanno fatica a produrre contenuti nuovi e genuini per il loro business. Il tono richiesto doveva essere amichevole, come a parlare da collega a collega.

L'idea

Dai feedback pervenuti durante la fase di test, è emerso che la maggioranza degli iscritti usava ContenTricks come fonte di ispirazione.

Ho voluto ricreare la situazione tipica del content creator di fronte al monitor senza ispirazione. Dato il basso budget, come visual ho dovuto fare ricorso a immagini di stock, ma ho preferito un buffo cagnolino al solito tizio impanicato.

La head rappresenta la voce del collega che bonariamente scherza sul momento di sconforto e propone una soluzione che verrà poi spiegata nel testo dell’annuncio: ContenTricks.