fbpx

E-book: diminuisce l’IVA

E-book: diminuisce l'IVA

E-book: diminuisce l'IVA

Con la nascita degli e-book reader (come ad esempio il Kindle nella foto) il commercio di libri digitali è cresciuto in maniera esponenziale.

Per quanto molti di noi, tra i quali io, siano affezionati al fascino della carta stampata, bisogna ammettere che questa invenzione ha avuto un importante impatto positivo sulla società: le statistiche dicono che si legge di più.

Se gli e-book favoriscono un’attività costruttiva come la lettura, soprattutto nella generazione dei nativi digitali, il commercio di questo genere di materiali va semplificato ed agevolato, o meglio, andrebbe semplificato ed agevolato.

Attualmente, infatti, esiste una sorta di discriminazione fiscale che penalizza gli e-book: mentre i libri cartacei sono soggetti a tassazi0ne con IVA al 4%, per gli e-book l’IVA è del 22%.

Qualcuno ora griderà al malgoverno, all’Italia sempre meno colta ed insulterà i magnaccia della politica nostrana, ma va detto che, almeno per questa volta, la politica italiana non c’entra: questa normativa è imposta dall’Unione Europea.

Tuttavia, già Francia e Lussemburgo hanno deciso di rischiare la sanzione, trattando alla pari i libri cartacei e quelli elettronici, quindi applicando la stessa imposta.

Ebbene, qui arriva la buona notizia: l’Italia è il terzo Paese ad abbassare l’IVA sugli e-book. Nella ormai celebre legge di stabilità, infatti, è previsto che l’IVA sugli e-book venga ridotta al 4%, esattamente come i libri di carta.

Tuttavia, c’è da dire che la decisione non nasce per pura filantropia: l’Italia è agli ultimi posti in Europa per cultura letteraria, e se una diminuzione dei prezzi sui libri può favorire una crescita, allora ben venga.

Un ruolo importante, inoltre, è stato svolto dalla campagna online #unlibroèunlibro, tramite la quale migliaia di persone si sono espresse a favore di questa riforma, diventando veri e propri promotori dell’iniziativa.

Ha funzionato? Direi di sì, poiché la legge di stabilità è stata approvata dalla commissione.

Presto, quindi, avremo e-book meno cari.

Tu sei favorevole a questo cambiamento? Secondo te sarà positivo? Mi piacerebbe leggere la tua opinione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu

Pin It on Pinterest

Share This