fbpx

Come individuare un influencer

Influencer

 

Influencer
Immagine: Flickr

Se stai pensando a qualcosa che ha a che fare con malattie, antibiotici e dolori ti sbagli, ma forse il concetto di influencer si avvicina molto a quello di virus e contagio. Mettiamola così: ognuno di noi influenza, consapevolmente  o meno, un certo numero di persone, ma questo accade da sempre, la vera novità sta nel fatto che questo fenomeno sociale si è ampliato a dismisura con Internet ed i social network, cosicché ora viene indicato come influencer solo chi può influenzare un’elevata quantità di individui.

Da quando si è compreso che la pubblicità tradizionale non funziona più, i brand che sono approdati sul Web già da qualche anno hanno cominciato una vera e propria caccia all’influencer e una concorrenza a chi li vizia e li coccola di più per conquistarne i favori, proprio come fanno i ristoranti con i critici delle riviste e delle guide turistiche. L’influencer, insomma, è colui che contagia il grande pubblico col virus che gli iniettano le aziende.

A questo punto è facile comprendere che è fondamentale riconoscere gli influencer in mezzo ai tanti che aspirano ad esserlo, così ho pensato bene di stilare una piccola lista per punti:

  • Scrive sempre contenuti utili e di qualità: non troverai mai fuffa sul suo blog o sul suo profilo social.
  • Mostra un certo livello di cultura ed esperienza nel suo settore: è uno che sa il fatto suo e che non parla mai a sproposito.
  • È apprezzato dal pubblico: un influencer che sta antipatico a tutti, per quanto preparato, non verrebbe ascoltato da nessuno, quindi è una sua caratteristica peculiare il favorire le conversazioni.
  • Accoglie le critiche: non è uno che è salito sul piedistallo e vuole restarci ad ogni costo, ma riconosce quando commette un errore e tenta di migliorarsi di volta in volta.
  • È seguito da altri brand: non sei l’unico che cerca influencer e la scelta dei competitor non fa altro che confermare la competenza reale di una persona.
  • Esprime la sua opinione: è sempre attento al mondo che lo circonda e manifesta il suo pensiero riguardo ogni vicenda che lo interessa, sia che si tratti del suo settore che di questioni extraprofessionali.
  • Ottiene tanti like e commenti: può sembrare un fattore di poco conto, ma è la prima cosa che salta all’occhio: uno che è realmente in grado di influenzare le persone le spinge anche a dire la loro.

La parola passa a te: aiutami a completare questa lista, tu come lo riconosci un influencer?

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mario Palmieri

Mi chiamo Mario Palmieri e sono un digital copywriter. Mi occupo di scrivere testi pubblicitari e contenuti per conto di aziende e professionisti che vogliono farsi conoscere sul web.

Share This

ContenTricks

Advertising online

Il cliente

ContenTricks è una libreria di contenuti sul digital marketing già pronti all’uso, dagli articoli ai video. Vi si accede pagando una sottoscrizione mensile e ogni mese vengono caricati nuovi contenuti.

L’obiettivo della campagna su Facebook era quello di aumentare il numero degli iscritti facendo appello a tutti quei marketer che fanno fatica a produrre contenuti nuovi e genuini per il loro business. Il tono richiesto doveva essere amichevole, come a parlare da collega a collega.

L'idea

Dai feedback pervenuti durante la fase di test, è emerso che la maggioranza degli iscritti usava ContenTricks come fonte di ispirazione.

Ho voluto ricreare la situazione tipica del content creator di fronte al monitor senza ispirazione. Dato il basso budget, come visual ho dovuto fare ricorso a immagini di stock, ma ho preferito un buffo cagnolino al solito tizio impanicato.

La head rappresenta la voce del collega che bonariamente scherza sul momento di sconforto e propone una soluzione che verrà poi spiegata nel testo dell’annuncio: ContenTricks.