fbpx

Comparatori di prezzi, ecco come aumentare le vendite!

Risparmio

Risparmio

Quando vado a fare la spesa settimanale per rimpinguare la dispensa di casa mia mi piace confrontare i volantini dei vari supermercati per poi decidere dove acquistare determinati prodotti e se vale la pena fare una tappa in più in un altro supermercato. Allo stesso modo, prima di acquistare su Internet, mi piace confrontare il prezzo e gli articoli in vendita di più negozi e-commerce, ma navigare sito per sito richiederebbe troppo tempo, poi c’è da valutare il fattore spedizione, la qualità del customer care, insomma una serie di parametri che richiedono del tempo.

Da questa considerazione nasce l’idea del comparatore di prezzi: un servizio che confronta un articolo, una categoria o un marchio su più siti e-commerce, con evidenti e notevoli vantaggi sia per il venditore che per l’acquirente: quest’ultimo può valutare più di un’offerta confrontandone tutti gli elementi con molta semplicità. A questo si aggiunge spesso la possibilità di recensire i vari negozi.

Il venditore ha invece un vantaggio in termini di volume d’affari, poiché può pubblicizzare la sua merce su siti esterni (in cambio di soldi, si intende). Essere presenti su un comparatore di prezzi vuol dire ottenere backlinks, feedback, recensioni e soprattutto nuove utenze.

Esiste un vantaggio concreto in termini di SEO se si tiene conto del fatto che quasi tutti i comparatori di prezzi sono ben indicizzati per la quasi totalità delle parole-chiave più cercate (ciò è dovuto al fatto che quando si tratta di commercio, il prezzo è la cosa sulla quale si posa la propria attenzione).

Quanto si paga un servizio del genere? In pratica i comparatori funzionano come un network di affiliazioni: l’inserzionista, ovvero il gestore dell’e-commerce, si iscrive al sito e paga un determinato costo per ogni click, lead o vendita, a seconda del regolamento del sito e di eventuali accordi presi. Le tariffe variano da sito a sito.

Con il mio occhio esterno, se dovessi dire quali sono i migliori comparatori di prezzi, farei questi nomi:

Google Shopping: più che un comparatore è un motore di ricerca, ma è importante essere presente, dopo tutto è Google!

Twenga: interfaccia molto semplice, quasi scarna, ma è quello che serve: non si corre il rischio di fare confusione tra i prodotti. È molto usato da chi cerca qualcosa per la propria casa.

ShoppyDoo: categorie bene in vista, articoli popolari in evidenza e si possono confrontare anche viaggi e vacanze.

Trovaprezzi: fa parte dello stesso network di ShoppyDoo, ma personalmente lo ritengo un tantino confusionario, inoltre si trovano prezzi competitivi solo nelle categorie riguardanti la tecnologia.

Kelkoo: sito completo e ottimo riferimento per tutte le categorie, compresa la sezione Viaggi.

Prezzolandia: comparatore non tanto comparatore, visto che per ogni prodotto è disponibile solo un redirect sul sito di vendita, tuttavia sembra essere ben indicizzato in Italia. Anche se il sito spazia la sua attività in tutti i settori merceologici, è l’ideale per geek e appassionati di tecnologia.

Voi utilizzate i comparatori? Quali vantaggi ne avete tratto? Ne conoscete altri? Commentate! 🙂

Articoli correlati

5 Responses

  1. già funzionano tutti a pay for click che sono sui 10 centesimi che secondo me sono veramente tanti anche per chi deve partire con l’e-commerce online :-/
    però non capisco come funziona l’indicizzazione da parte loro se è necessario fare delle modifiche al sito o usare qualche plugin per i cms.

  2. da poco è online iltrovavino.it un nuovo comparatore prezzi dedicato esclusiamente all’acquisto di vino online, un settore ancora di nicchia ma destinato a crescere nel breve periodo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

mario-messenger

Mi chiamo Mario Palmieri e sono un digital copywriter. Mi occupo di scrivere testi pubblicitari e gestire blog per conto di aziende e professionisti che vogliono farsi conoscere sul web.

Pin It on Pinterest

Share This