fbpx

E-commerce: nuove norme in arrivo

Spesa

Spesa

Sappiamo bene quanto sia difficile il mondo del commercio online, ma sappiamo anche che tutelare i consumatori è importante e che vendere a distanza comporta maggiori passaggi rispetto alla vendita diretta.

Prima di essere gettato dalla finestra, il governo Letta ha approvato un decreto legge che quasi sicuramente verrà convertito in legge dall’attuale governo Renzi e che agevola non poco i processi di restituzione e che stringe un cerchio normativo attorno alle aziende che vendono su piattaforme e-commerce. Non che tali provvedimenti siano merito dei governi nostrani, beninteso, si tratta semplicemente dell’attuazione di una norma europea decisa dalla commissione competente.

Le nuove regole, che entreranno in vigore dal 14 giugno 2014, prevedono diverse novità rispetto all’attuale sistema vigente, ecco quali:

  • Maggiore trasparenza in fase di ordine: eventuali maggiorazioni dovranno essere chiaramente specificate prima del completamento dell’ordine da parte dell’utente, inoltre dovrà chiaramente essere specificato se le spedizioni per resi sono a carico dell’utente e in ogni caso non potranno essere addebitati agli utenti costi maggiori di quelli sostenuti.
  • Il tempo massimo per esercitare il diritto di recesso aumenta da dieci a quattordici giorni e se il cliente non viene accuratamente informato dell’esistenza di tale diritto il tempo a disposizione aumenta dagli attuali due mesi a dodici mesi.
  • I resi dovranno essere effettuati mediante un modello apposito valido in tutti i Paesi dell’UE, quindi anche in caso di spedizioni tra Paesi diversi.
  • Il consumatore potrà restituire il bene anche se deteriorato, visto che verrà ritenuto responsabile della diminuzione di valore del bene in questione.
  • Qualora esistano numeri a pagamento per mettersi in contatto con l’azienda, le tariffe non devono essere superiori a quelle delle normali chiamate.
  • Qualsiasi violazione delle norme della vendita a distanza saranno sanzionate dal Garante della Concorrenza e del Mercato.

Una carrellata di nuove norme che tutelano il consumatore, facendo comunque attenzione alle ragioni dei professionisti. Tu come giudichi questo nuovo decreto legge? Ritieni che si stia operando una reale tutela dei consumatori o pensi che occorrano altri provvedimenti? Discutiamone insieme nei commenti. 😉

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu

Pin It on Pinterest

Share This