fbpx

Google Campus per professionisti e startup

Google Campus

Con il numero sempre crescente di startup che cercando di ritagliarsi una propria fetta di mercato la concorrenza è in aumento in ogni settore e non sempre è leale. I tempi stanno diventando duri, insomma, e se vuoi che il tuo bebè diventi un gigante devi lavorare sodo e devi abbattere i costi iniziali. Questo Google lo sa. E sa anche che le startup sono un mercato del mercato da poter sfruttare a proprio vantaggio.

Da questa considerazione nasce l’idea di Google for Enterpreneurs, o meglio, Google Campus.

Cos’è Google Campus?

La prima cosa che serve per aprire una startup è un’idea, la seconda è un ufficio. Di cosa hai bisogno nel tuo ufficio? Una sedia, una scrivania, un computer con connessione e magari una stampante ed una macchina per il caffè. Immagina di avere tutto questo gratis, con la connessione superveloce di Google e la possibilità di confrontarsi con decine di professionisti che lavorano in questo spazio condiviso e perché no, trovare la collaborazione della vita. Questo è il Google Campus.

Dove si trova?

Sfortunatamente ce ne sono soltanto cinque al mondo: Madrid, Seoul, Tel Aviv, Varsavia e, ovviamente, Londra. Situato nella zona orientale della City, nei pressi della famosissima Old Street, il Campus si presenta come un edificio semplice, quasi anonimo, a dispetto di ciò che racchiude: al piano terra c’è ovviamente la reception, che permette di accedere ai vari piani: al piano inferiore c’è lo spazio condiviso con il bar, un giardino e perfino una brace per i carnivori convinti! E non finisce qui, ovviamente.

Cosa succede al Google Campus?

Non c’è solo il Campus Cafè: al piano terra, come dicevo, c’è la reception, ma non solo: lo spazio ospita settimanalmente eventi legati al mondo del web e delle startup.

Ovviamente c’è spazio anche per chi ha esigenze più professionali: il primo ed il secondo piano, infatti, ospitano un co-working space, ossia un vero e proprio ufficio condiviso in cambio di una quota d’affitto davvero bassa rispetto ad altri spazi in altre zone di Londra, spesso nemmeno vicine al centro.

Al terzo piano si fa formazione: c’è un piccolo spazio per chi vuole imparare cose nuove ed assistere ai talk degli esperti del settore. Garantisce Google! 😉

Al quarto piano, invece, ci sono tutte quelle startup che fanno parte del Business Accelerator Program di Google, il quale non è altro che un incubatore aziendale i cui criteri di ammissione e sostegno sono decisi da Google.

Il quinto ed ultimo piano, infine, è occupato dai lavoratori di Google in persona, che dall’alto dell’edificio dirigono questo piccolo ma potentissimo centro di scambio di idee ed informazioni nel cuore di Londra.

Non solo startup

Eccezion fatta per i piani superiori, chiunque può richiedere di diventare un membro del Campus Cafè ed usufruire di tutti i vantaggi a costo zero, anche i freelance come me o semplicemente gli appassionati che vogliono lavorare al loro progetto in un ambiente fresco e stimolante.

Come puoi vedere, non nascondo il mio entusiasmo e spero, attraverso questa mia breve descrizione, di aver entusiasmato un po’ anche te, ma dimmi: hai mai visitato un Google Campus? Conosci strutture simili? Mi piacerebbe confrontare diverse esperienze.

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu

Pin It on Pinterest

Share This