fbpx

Grammatica inglese: evita questi 10 errori

10 errori nella grammatica inglese

Scrivere in un’altra lingua, anche se è semplice come l’inglese, è sempre insidioso, poiché non si ha quasi mai una piena conoscenza di essa.

La grammatica inglese in particolare, presenta alcune ambiguità che possono facilmente indurre all’errore. Persino i nativi fanno errori grammaticali (come del resto ne fanno molti italiani che nel 2017 mettono ancora l’apostrofo a “qual è”).

Per chi scrive per professione, però, gli errori non sono ammissibili. E anche se si tratta di un’altra lingua non ci sono scuse: la grammatica bisogna conoscerla. Senza cadere in atteggiamenti da grammar nazi, ritengo che una grammatica impeccabile sia indice di competenza e professionalità.

E poiché dopo quasi tre anni passati nel Regno Unito e senza presunzione alcuna ritengo di cavarmela abbastanza bene con l’inglese, voglio darti la lista dei dieci errori più comuni nella grammatica inglese secondo la Oxford Royale Academy.

1. Your al posto di you’re

Sono due omofoni, ma con significato totalmente diverso: il primo è un aggettivo possessivo traducibile con tuo o tuoi, mentre il secondo è la forma contratta di you are, presente semplice del verbo essere, traducibile con tu sei.

2. It’s al posto di its

Anche in questo caso i termini sono due omofoni e anche in questo caso il verbo essere viene confuso con un aggettivo possessivo: it’s è la forma contratta di it is, ossia esso è, mentre its è l’aggettivo possessivo suo o suoi e viene usato quando il soggetto è un animale o una cosa.

3. Confondere fewer con less

Entrambi si traducono con meno, ma si usano in occasioni diverse. E qui molti nativi cascano in questo errore, ma fewer viene usato se ci si riferisce a un countable noun, ovvero un nome di qualcosa che può essere contato, mentre less si usa quando ci si riferisce a un uncountable noun, ossia qualcosa che non può essere contato. Faccio un esempio pratico: la sabbia (sand) non può essere contata, ma i granelli di sabbia (grains of sand) sì, quindi le forme corrette sono less sand e fewer grains of sand. Questo vuol dire che quando vai in un supermercato inglese e vedi una cassa con un cartello con scritto 10 items or less sei di fronte a un errore. Ed è questo il motivo che a mio avviso genera tanta confusione anche tra i nativi.

4. Confondere amount con number

Stessa situazione del punto precedente: amount viene usato per gli uncountables, mentre number viene usato per i countables: a certain amount of water; a certain number of items.

5. Then anziché than

Un altro caso di omofonia (nemmeno tanto, ma l’accento tipico di alcune zone della Gran Bretagna rende la pronuncia di queste due parole molto simile) che finisce per passare dal parlato allo scritto, ma then significa poi, mentre than è usato per i termini di paragone: I have more money than you (ho più soldi di te).

6. Plurale di information

Qui l’errore scappa facile, perché non tutti sanno che information è un uncountable, quindi non può essere contato e anche se la forma plurale informations sarebbe formalmente corretta, non esiste. Troppe informazioni, ad esempio, non si tradurrà con too many informations, ma con too much information.

7. Plurale di sheep

In inglese le pecore hanno una particolarità: il plurale di sheep, infatti, è… sheep. Razionalmente non c’è nulla che possa giustificare ciò, infatti è noto a tutti che le pecore possono essere contate, ma la grammatica inglese a volte può essere bizzarra, e questa eccezione ne è un esempio.

8. Parole che terminano in -ic e -ical

Ci sono parole che hanno in comune la radice e la desinenza che finisce come sopra, ma che hanno significati totalmente diversi. Il motivo, probabilmente, sta proprio nel fatto che essendo la radice uguale, qualcuno può ritenere i due termini equivalenti, ma chiaramente non è così. Vediamo qualche esempio:

  • Ethic è un nome, ethical un aggettivo;
  • Historic è qualcosa che viene ricordato, come gli eventi nei libri di storia, mentre historical è ciò che è correlato al passato;
  • Classic indica qualcosa di tipico o tradizionale, classical è un termine usato in riferimento all’arte, alla musica e alle civiltà antiche come quelle greca e romana.

9. Confusione tra breath e breathe

Questo è un errore che viene commesso sia nel parlato che nello scritto, con il primo termine che viene spesso usato al posto del secondo. La differenza tra le due parole è che la prima è il sostantivo respiro, la seconda è il verbo respirare.

10. Invite al posto di invitation

Più che confusione tra i due termini, si tratta dell’utilizzo di uno dei due al posto dell’altro. Mentre tutti sanno che invite è un verbo, non tutti sanno che un invito va tradotto con an invitation e non an invite.

Bonus: la virgola di Oxford

Quando in italiano scriviamo un elenco mettiamo la virgola dopo ogni elemento tranne il penultimo, dopo il quale va la congiunzione, alla quale segue l’ultimo termine della lista. Anche l’inglese americano segue questa regola, ma per quanto riguarda l’inglese britannico ci sono due correnti di pensiero: una che possiamo definire più moderna, che si conforma all’inglese americano, e un’altra più purista, che si conforma alle regole della grammatica inglese stabilite dall’Accademia di Oxford, che mette la virgola anche prima della congiunzione e che per questo motivo viene chiamata the Oxford comma. Se hai un dubbio su quale delle due forme sia corretta, puoi smettere di tormentarti: entrambe le forme sono egualmente accettate.

Altri errori di grammatica inglese

Dopo questo decalogo (+1) di errori da evitare, vorrei espandere l’articolo col tuo aiuto: commenta con gli errori di grammatica inglese che ti capita di leggere più spesso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu

Pin It on Pinterest

Share This