fbpx

Nuove destinazioni, vecchie abitudini

Nuove destinazioni, vecchie abitudini

Nuove destinazioni, vecchie abitudini

     Ne avevo già parlato sui social, ma voglio estendere la cosa a tutti i lettori, che in qualche modo sono i miei
compagni di viaggio: il prossimo sabato parto per Londra. No, non è una vacanza, infatti non tornerò, se non per far       visita ad amici e parenti. 

Non scappo da nulla e da nessuno: qui ho una casa, due lavori, una macchina, una famiglia e degli amici. Vado via perché non vedo altra possibilità, se non quella di vedere il mio futuro intrappolato nel mio presente e di vedermi nella stessa condizione anche fra dieci o venti anni senza alcun miglioramento.
La staticità dell’ambiente, il fatto che nulla si muove, il fatto che tutti, volenti o nolenti, siano legati ad una passività che sembra quasi naturale, mi ha portato ad optare verso scelte discutibilmente diverse.

Io Londra me la immagino come una grande macelleria, dove il capitalismo è amplificato ai massimi livelli e di conseguenza lo sono anche le sperequazioni sociali che esso porta con sé.

Sono consapevole che all’inizio sarà dura, ma se ho scelto questa strada è perché so di farcela.
Mi si aprirà un mondo nuovo, fatto di interazioni sociali completamente diverse, perché come si dice dalle mie parti: “Luogo che vai, usanze che trovi”.
Ma tutto ciò non mi spaventa, anzi dà un senso alla mia voglia di ripartire.

Naturalmente, il mio percorso professionale non finisce qui, ma per qualche settimana, a partire dalla prossima, non sarò in grado di aggiornare il mio blog, poiché dovrò cercare casa, lavoro, richiedere il NIN e fare tutte le cose che fa di solito un emigrante.

Appena ricomincerò ad aggiornare il blog potrò anche riprendere i rapporti professionali con i miei clienti e, ovviamente, cercarne di nuovi in UK. A tal proposito, una volta a settimana, credo il venerdì, scriverò un post in cui parlerò del fantastico mondo della comunicazione, offline e soprattutto online, d’oltremanica. Sarà un modo per legare la mia nuova esperienza alla mia professione e condividere tutto con te.

A proposito, sei già stato a Londra? Come la trovi dal punto di vista professionale? Ti va di parlarne nei commenti? 😉 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu

Pin It on Pinterest

Share This