fbpx

SEO in ottica hotel, su cosa puntare?

Hotel

Questo articolo è stato scritto da Marco Guarino di AT Media. esperto in pubblicità per strutture alberghiere.

Vuoi scrivere anche tu un guest post? Contattami.

Nell’epoca del digitale il posizionamento rimane un problema non da poco. Su quali aspetti una struttura alberghiera dovrebbe puntare per ottenere un buon risultato di posizionamento?

Abbiamo provato a fare delle considerazioni su quali potrebbero essere gli strumenti adatti per raggiungere risultati positivi.

Riprogettazione del sito web

Il restyling del sito web spesso è una cosa necessaria. Il turismo è uno di quei settori in cui il cliente non ha la possibilità di provare il prodotto. Di conseguenza possedere un sito con una grafica accattivante, un’idea creativa che riesca ad emozionare e una parte fotografica che riesca a valorizzare la struttura spesso può fare la differenza. Ritoccare le pagine, il layout del sito e l’impalcatura generale, per consentire agli utenti di entrare maggiormente in contatto con la tua struttura alberghiera, è quindi indispensabile. Il rifacimento del sito e la sua ottimizzazione sono il primo passo fondamentale per la corretta indicizzazione delle pagine e per favorire le regolari attività di posizionamento.

Contenuti

Anche avere un sito che possegga dei contenuti di qualità è un aspetto legato al SEO, ciò che si comunica ai propri clienti attraverso le pagine del sito ha un ruolo determinante. Parliamo di content marketing, fondamentale per generare interesse attorno al brand. Sia per quanto riguarda scopi puramente promozionali nei confronti della clientela già acquisita, che per le strategie di posizionamento, i contenuti vincenti posso portare al successo. Innanzitutto devono essere qualificati, articolati in modo che i clienti riescano a recepire le informazioni correttamente e in modo molto rapido. Occorre sfruttare all’interno dei contenuti le keywords che diverranno l’obiettivo del posizionamento.

Ottimizzazione mobile

È fondamentale creare una visione mobile del sito, che possa permettere una facile fruizione dei contenuti da parte dei clienti. Anche qui, la qualità dei contenuti deve rispecchiare originalità e interesse per caratterizzare il sito istituzionale. Naturalmente, il sito deve avere una versione mobile che consenta una facile fruizione dei contenuti da parte dei clienti. Quello che bisogna ottimizzare nella versione mobile sono gli aspetti di usabilità, la navigazione non deve risultare complessa. Il cliente dev’essere agevolato nella lettura e nella consultazione dei contenuti da smartphone.

Concludiamo dicendo che le evoluzioni dei motori di ricerca rendono il lavoro di posizionamento più difficile, diventa necessario restare costantemente aggiornati, sia sulle evoluzioni algoritmiche di Google, sia su tutto ciò che concerne il web marketing ed il social. Un quadro completo di risultati si può ottenere lavorando in modo altrettanto completo sul web.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mario Palmieri

Mi chiamo Mario Palmieri e sono un digital copywriter. Mi occupo di scrivere testi pubblicitari e gestire blog per conto di aziende e professionisti che vogliono farsi conoscere sul web.

Share This

ContenTricks

Advertising online

Il cliente

ContenTricks è una libreria di contenuti sul digital marketing già pronti all’uso, dagli articoli ai video. Vi si accede pagando una sottoscrizione mensile e ogni mese vengono caricati nuovi contenuti.

L’obiettivo della campagna su Facebook era quello di aumentare il numero degli iscritti facendo appello a tutti quei marketer che fanno fatica a produrre contenuti nuovi e genuini per il loro business. Il tono richiesto doveva essere amichevole, come a parlare da collega a collega.

L'idea

Dai feedback pervenuti durante la fase di test, è emerso che la maggioranza degli iscritti usava ContenTricks come fonte di ispirazione.

Ho voluto ricreare la situazione tipica del content creator di fronte al monitor senza ispirazione. Dato il basso budget, come visual ho dovuto fare ricorso a immagini di stock, ma ho preferito un buffo cagnolino al solito tizio impanicato.

La head rappresenta la voce del collega che bonariamente scherza sul momento di sconforto e propone una soluzione che verrà poi spiegata nel testo dell’annuncio: ContenTricks.