fbpx

La storia delle mascotte

Sonic

Parliamo ogni santo giorno di un marketing rinnovato, del futuro che sta nel Web e nel digitale e di un marketing tradizionale ormai morto, ma dimentichiamo spesso che sebbene il meccanismo fosse ormai collaudato e scontato, le pubblicità tradizionali hanno goduto di ampio successo per oltre un secolo.

Un elemento in particolare ha caratterizzato i marchi più famosi e ancora oggi gode di molto successo nel contesto di eventi e fiere (basti pensare a PrintX, mascotte di Fenix DG lanciata qualche mese fa al Viscom).

Sono sicuro, inoltre che molte di esse sono legate ad un ricordo particolare della tua infanzia e che nella tua mente il nome del brand associato alla mascotte è ben fissato. E sono altrettanto sicuro del fatto che il tuo giudizio sulla qualità dei prodotti dei brand in questione sia più che positivo. Ho ragione? Me lo dirai con un commento. 😉

In questa infografica ripercorro la storia delle mascotte più famose che hanno portato i loro marchi al successo.

Infografica mascotte

Una mascotte è un elemento fondamentale per il riconoscimento istantaneo di un brand. Basta che pensi a tutte le aziende più famose. Se ti dicessi: M&M’s, RedBull, Milka, Coccolino, i Sofficini? Cosa ti viene in mente? Qual è il tuo primo ricordo?
Ovviamente oltre ai prodotti in sé, la tua mente andrà al ricordo di Red e Yellow, della Mucca Lilla, dell’Orsacchiotto, di Carletto (tu non hai fame?).

È ovvio che associare una mascotte a un brand rende quest’ultimo più forte, molto più memorabile e riconoscibile in un mondo di concorrenza spietata. E, guardando un po’ più attentamente, non solo i grandi marchi di fabbriche antiche e aziende, ma anche le squadre di calcio, di basket, di football hanno una loro mascotte.

La mascotte non solo diventa il simbolo del brand/società durante uno spot pubblicitario, ma è anche una vera e propria personificazione dell’azienda che entra in contatto col pubblico, ed entra nel cuore di grandi e piccini, per i più grandi basterà citare Calimero, per i più internazionali basterà pensare al Super Bowl, che ogni anno presenta una mascotte diversa.

Solo dicendo questo si può capire l’importanza pubblicitaria di una mascotte, e di quanto essa sia legata al prodotto che rappresenta. E se citassi Duffman? Oh yeah!.

E tu ricordi qualche mascotte legata a qualche marchio?

Articoli correlati

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mario Palmieri

Mi chiamo Mario Palmieri e sono un digital copywriter. Mi occupo di scrivere testi pubblicitari e contenuti per conto di aziende e professionisti che vogliono farsi conoscere sul web.

ContenTricks

Advertising online

Il cliente

ContenTricks è una libreria di contenuti sul digital marketing già pronti all’uso, dagli articoli ai video. Vi si accede pagando una sottoscrizione mensile e ogni mese vengono caricati nuovi contenuti.

L’obiettivo della campagna su Facebook era quello di aumentare il numero degli iscritti facendo appello a tutti quei marketer che fanno fatica a produrre contenuti nuovi e genuini per il loro business. Il tono richiesto doveva essere amichevole, come a parlare da collega a collega.

L'idea

Dai feedback pervenuti durante la fase di test, è emerso che la maggioranza degli iscritti usava ContenTricks come fonte di ispirazione.

Ho voluto ricreare la situazione tipica del content creator di fronte al monitor senza ispirazione. Dato il basso budget, come visual ho dovuto fare ricorso a immagini di stock, ma ho preferito un buffo cagnolino al solito tizio impanicato.

La head rappresenta la voce del collega che bonariamente scherza sul momento di sconforto e propone una soluzione che verrà poi spiegata nel testo dell’annuncio: ContenTricks.