fbpx

I veri blogger dicono NO all’autocelebrazione

I veri blogger dicono NO all'autocelebrazione

I veri blogger dicono NO all'autocelebrazione

Fin da piccoli ci insegnano ad essere competitivi, a primeggiare sugli altri ed eccellere in tutto ciò che si fa. Perché altrimenti sei una schiappa, un reietto, non vali niente.

Nella società moderna, purtroppo, la divisione delle classi sociali è sempre più netta e quello che prima era un desidero di vittoria ora diventa una possibilità di riscatto.

Succede, così, che si organizzano competizioni e sfide in ogni campo, affinché ognuno possa avere la possibilità di essere il migliore in qualcosa. Persino nei luoghi di lavoro possiamo vedere impiegati fieri di avere la targhetta impiegato del mese sulla scrivania. Ormai è così per tutte le professioni, anche per il blogger.

Se contestualizzato alla società in cui ci troviamo, i blog contest in sé non sono un problema. Le cose sgradevoli arrivano quando si vincono sfide e premi: se hai un ufficio metti la targhetta sulla scrivania, ma se hai un blog?

C’è chi dedica alla vittoria di un premio interi post, chi invia una newsletter apposta per informare i propri lettori del traguardo raggiunto e chi cinguetta e starnazza sui social per giorni e giorni.

Personalmente, credo che sia importante fissare piccoli traguardi ed impegnarsi a raggiungerli, perché questo aiuta sia sé stessi che il proprio blog, ma non tollero l’eccessiva autocelebrazione, la quale porta, secondo me, alcuni effetti sgradevoli agli occhi dei lettori da non sottovalutare:

  • Hai dedicato un intero post ad un premio che hai vinto. Grazie per non aver pubblicato qualcosa di utile. No, ma grazie davvero!
  • Pensavo che nelle tue newsletter ci fossero scritte cose interessanti, questo è spam!
  • Hai riempito il mio newsfeed con foto di medaglie, coppe ed il tuo bel faccione. Io ti seguo con costanza, un solo post lo avrei notato ugualmente.
  • Ok, hai vinto, ma io seguo il tuo blog perché sono un appassionato di cani/gatti/viaggi/sport, cosa vuoi che ne sappia di un premio per letterati da tastiera? Per me non cambia nulla.

Queste sono solo alcune delle possibili reazioni che potrebbero avere i tuoi utenti. Vuoi celebrare una vittoria? Un post, una bella foto ed un ringraziamento ai tuoi lettori. Basta così. Tu che ne dici, sei d’accordo con me?

Ogni riferimento a persone, cose o fatti realmente accaduti è da ritenersi puramente casuale. 😉

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

mario-messenger

Mi chiamo Mario Palmieri e sono un digital copywriter. Mi occupo di scrivere testi pubblicitari e gestire blog per conto di aziende e professionisti che vogliono farsi conoscere sul web.

Pin It on Pinterest

Share This