fbpx

5 trucchi per incollare i lettori allo schermo

5 trucchi per incollare i lettori allo schermo

In un mondo che corre veloce e le informazioni passano sullo schermo di uno smartphone in quei pochi minuti in metropolitana o in coda al supermercato è difficile catturare l’attenzione del lettore che incrocia il tuo blog per la prima volta e persino quella di chi ti segue ogni giorno. Tuttavia, ci sono dei trucchi che puoi usare a tuo vantaggio. Sei pronto a scoprire quali? Vediamoli insieme.

1. Introduzione breve

Non una breve introduzione, ma un’introduzione breve: chi cerca informazioni le vuole subito, perché, come abbiamo detto, si va di fretta e si legge dagli smartphone nei momenti meno appropriati. È chiaro che non sempre puoi iniziare un post in media res, e quindi l’introduzione è importante, quindi cerca di essere sintetico e ricorda il potere esplicativo delle immagini (perché le usi, vero?), per catturare l’attenzione del lettore serve anche questo.

2. Gli avverbi

In media, un articolo è composto dal 50% di informazioni e dal 50% di intrattenimento. Quante frasi sono messe lì senza che siano utili allo scopo dell’articolo? Tante, ma spesso è difficile identificarle. Il trucco sta nel cercare quelle che contengono un avverbio, poiché molto più spesso di quel che si pensa un avverbio può essere sostituito con un verbo di maggiore portata.

[Tweet “”La strada per l’inferno è lastricata di avverbi.” – S. King”]

Ad esempio, anziché scrivere parlava a bassa voce potresti scrivere sussurrava o bisbigliava. In questo modo non dovrai tagliare nulla dal tuo testo originale e manterrai un ritmo abbastanza alto, il che ci porta al punto successivo.

3. La punteggiatura

La punteggiatura è indispensabile: aiuta il lettore ad identificare le varie parti di un testo e può cambiare totalmente il significato di una frase, ma soprattutto ne condiziona il ritmo: lo aumenta, lo diminuisce, lo azzera o lo porta alle stelle. Spesso si parla di rallentare il ritmo con paragrafi e liste puntate, il che rende l’articolo più fruibile, ma se vogliamo catturare l’attenzione del lettore e mantenerla viva un ritmo elevato è essenziale, soprattutto nella parte cruciale dell’articolo.

4. Coinvolgi il lettore

Può sembrare una frase fatta, un consiglio astratto e di difficile attuazione. Non è così. Per coinvolgere il lettore a volte bastano semplici e brevi domande fatte nel momento giusto, ad esempio quando stai per iniziare un nuovo paragrafo: «vuoi scoprire come fare?» oppure «sei pronto a cominciare?». Se sei stato attento ti accorgerai che ho usato questa tecnica prima di spiegare il primo punto. 😀

5. Stimola la curiosità

Anche questo consiglio può sembrare piuttosto vago e complicato da mettere in pratica, ma anche in questo caso la soluzione è a portata di tastiera: basta usare frasi brevi che esortino a continuare la lettura, ad esempio «ora arriva la parte migliore», oppure «ecco come fare». Analogamente al punto precedente, se sei stato attento ti sei accorto che ho utilizzato questa tecnica alla fine del punto 2. 😉

Conclusioni e corollari

La prima domanda che potresti porti dopo aver letto questi brevi consigli è: «ma allora scrivere un articolo più lungo della media e ben approfondito è sconsigliato?». Ovviamente no, anzi, è esattamente il contrario: un articolo lungo e completo richiede che il lettore presti attenzione ad ogni singola parola e questi 5 copywriting tips sono perfettamente adatti allo scopo, ma sono sicuro che tu saprai dirmene altri: qual è la tua ricetta per catturare l’attenzione del lettore?

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mario Palmieri

Mi chiamo Mario Palmieri e sono un digital copywriter. Mi occupo di scrivere testi pubblicitari e gestire blog per conto di aziende e professionisti che vogliono farsi conoscere sul web.

Share This

ContenTricks

Advertising online

Il cliente

ContenTricks è una libreria di contenuti sul digital marketing già pronti all’uso, dagli articoli ai video. Vi si accede pagando una sottoscrizione mensile e ogni mese vengono caricati nuovi contenuti.

L’obiettivo della campagna su Facebook era quello di aumentare il numero degli iscritti facendo appello a tutti quei marketer che fanno fatica a produrre contenuti nuovi e genuini per il loro business. Il tono richiesto doveva essere amichevole, come a parlare da collega a collega.

L'idea

Dai feedback pervenuti durante la fase di test, è emerso che la maggioranza degli iscritti usava ContenTricks come fonte di ispirazione.

Ho voluto ricreare la situazione tipica del content creator di fronte al monitor senza ispirazione. Dato il basso budget, come visual ho dovuto fare ricorso a immagini di stock, ma ho preferito un buffo cagnolino al solito tizio impanicato.

La head rappresenta la voce del collega che bonariamente scherza sul momento di sconforto e propone una soluzione che verrà poi spiegata nel testo dell’annuncio: ContenTricks.