fbpx

Le 5 caratteristiche-chiave di un contenuto

Caratteristiche-chiave di un contenuto di qualità

Leggendo il titolo sono sicuro che qualcuno storcerà il naso pensando alla solita lista di banalità o a un post fotocopia di un altro blogger, ma se avrai pazienza smentirai assieme a me questi pregiudizi. Di certo non voglio darti la verità assoluta, perché nemmeno io ho certezze in tasca, ma il mio obiettivo è sempre quello di darti qualcosa di utile da leggere.

Tutto questo per dirti che finché un argomento viene affrontato da più punti di vista, non si tratta mai di banalità. Se poi l’argomento è il miglioramento della qualità dei contenuti che scriviamo online, mai nulla deve essere preso sottogamba.

Cosa definisce un contenuto di qualità?

A proposito di banalità, a quanti marketer hai posto questa domanda e quanti di loro ti hanno risposto con paroloni, inglesismi e acronimi impronunciabili che nessuno ha il tempo e la voglia di capire?

Le risposte più comuni credo che siano:

  • Un contenuto di qualità è un contenuto utile;
  • Un contenuto di qualità è un contenuto che riceve molti backlinks;
  • Un contenuto di qualità è un contenuto che piace ai motori di ricerca.

In linea di massima sono tutte affermazioni vere, ma questo vuol dire che un contenuto di qualità è tale solo se lo decide qualcun altro, o meglio, qualcos’altro, nel caso degli algoritmi.

Io invece sono del parere che un contenuto di qualità non sia tale se qualcuno lo giudica in base ai suoi criteri, ma credo che ci siano delle caratteristiche abbastanza precise, e non tutte da ricercare nel contenuto stesso, che definiscono la bontà di un contenuto online. Quali sono? Secondo me sono queste cinque che seguono.

1. Accuratezza

Ci sono fonti a supporto di ciò che dici? Ricerche, dati o anche solo il parere di un esperto? A spararla grossa siamo bravi tutti, ma se si scrive una panzana prima o poi si viene a scoprire e si perde di credibilità. Non tutti siamo esperti, è normale. E anche se lo siamo, non possiamo sapere tutto.

Una buona idea, se non sai qualcosa su un argomento, potrebbe essere quella di chiedere a chi invece ne sa molto: in un’intervista, per esempio.

2. Accessibilità

Come ti dicevo prima, non tutte le caratteristiche di un contenuto di qualità sono legate al contenuto: l’accessibilità, per esempio, è legata al media che ospita il contenuto.

Un contenuto può essere scritto bene ed essere ottimizzato per la SEO, ma se il sito che lo ospita non è responsive e non è veloce, sarà un contenuto di scarsa qualità.

Ma non pensare solo a questo scenario: i contenuti non sono solo testuali, ma ci sono anche podcast e video, che per alcuni potrebbero essere più fruibili. Sai qual è il secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo? Youtube.

3. Connessione con il target

Questa caratteristica è generalmente condivisa da tutta la categoria dei content marketer: più un contenuto è scritto su misura per un determinato target, più questo target apprezzerà chi c’è dietro al contenuto.

Il metodo migliore? Il solito: se sei un’azienda, discuti con il reparto vendite, con il customer care e cerca anche con gli strumenti appositi per sbirciare online quali sono le domande più frequentemente poste dai clienti. Poi cerca le risposte che i competitor hanno dato a tali quesiti e usa un approccio differente da tutti gli altri per aggiungere valore.

4. Praticità d’azione

Spesso chi cerca informazioni online lo fa con l’intenzione di trovare una procedura da seguire per raggiungere un obiettivo (o risolvere un problema), un po’ come se internet fosse un gigantesco manuale per l’uso per qualsiasi cosa esista al mondo (prova a dire che non lo è).

Un contenuto di qualità è proprio quello che indica le azioni da eseguire per fare ciò che dichiari di saper fare. In sintesi, un contenuto di qualità è diviso in tre parti:

  • Quella in cui dici cosa stai per dire;
  • Quella in cui dici come si può fare ciò che stai dicendo;
  • Quella in cui dici ciò che hai appena detto.

Il resto o è approfondimento o è fuffa.

5. Autorevolezza

Al di là del discorso delle fonti, un contenuto di qualità è quello che lascia al lettore l’impressione che ciò che ha appena letto lo porterà al successo. Questo può avvenire se:

  • Sei una persona di successo;
  • Hai ricevuto le informazioni da una persona di successo;
  • Se prendi una posizione forte;
  • Se hai argomentato talmente bene da fugare ogni dubbio.

Insomma, se sei autorevole.

Le caratteristiche-chiave dei tuoi contenuti

A questo punto chiedo il tuo parere: quali sono, secondo te, le caratteristiche che alzano la qualità di un contenuto? Credi che dipendano tutte dal contenuto o che ci siano anche fattori esterni? Esprimi la tua nei commenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

mario-messenger

Mi chiamo Mario Palmieri e sono un digital copywriter. Mi occupo di scrivere testi pubblicitari e gestire blog per conto di aziende e professionisti che vogliono farsi conoscere sul web.

Share This