fbpx

Ottimizza la tua pagina Facebook per vendere

Facebook per vendere

Se leggi questo blog da un po’ di tempo, ti sarà capitato di leggere come la penso sull’uso di Facebook per vendere i propri prodotti, così come su tutti gli altri social.

Non è un segreto, infatti, che io sia del parere che i social non sono fatti per vendere, ma per intrattenere. Siamo onesti, la mattina non apriamo Facebook aspettandoci di trovare le ultime offerte del supermercato del quartiere, ma ci aspettiamo storie o immagini che ci facciano emozionare. Ok, ogni tanto capita un buongiornissimo, ma si sa, Facebook non ha limiti di età, eccetto che per i minori di 13 anni.

Questo non ci vieta, però, di comunicare al nostro target quello che facciamo nella vita: vendere prodotti o servizi. Se usato in modo appropriato, anche Facebook può aiutarci a vendere.

Stai pensando alle inserzioni, vero? Dimenticale. Non è di quello che voglio parlare, quanto piuttosto della possibilità di trasformare la propria pagina aziendale in uno strumento di vendita.

Usare Facebook per vendere, quindi, non è impossibile né sconsigliato a prescindere, ma va fatto nel modo giusto e con i mezzi che la stessa piattaforma ci mette a disposizione (altrimenti non li metterebbe a disposizione, no?).

Dunque, vuoi usare la tua pagina Facebook per vendere? Ecco gli accorgimenti da adottare, spiegati uno per uno.

Scegli il template e la categoria corretti

Immagino saprai che ogni pagina Facebook appartiene ad una categoria che puoi scegliere al momento dell’apertura e cambiare successivamente nelle informazioni della pagina stessa. Inoltre, da quando le pagine Facebook sono strutturate in diverse tab, è possibile riorganizzarle come è più congeniale allo scopo da raggiungere.

Ci sono template appositi per i negozi e per la vendita di servizi che hanno incorporata una sezione dedicata agli acquisti.

Fai attenzione, però, perché cambiando la categoria, cambia la call to action, il che ci porta al prossimo paragrafo.

Scegli la call to action giusta

La call to action sulla destra della pagina, sotto la copertina, rappresenta lo scopo per il quale hai aperto una pagina e l’azione che vuoi che gli utenti compiano.

A seconda della tua categoria, dicevamo, avrai call to action diverse. Se sei un consulente, ad esempio, il tuo scopo sarà prendere appuntamenti, quindi il pulsante Prenota ora potrebbe andar bene, ma se sei un negoziante, allora meglio optare per un più tranquillo Invia un messaggio, specialmente quando hai la possibilità di rispondere subito. Se invece sei un e-commerce e il tuo prodotto è a due clic di distanza dall’utente, allora un Acquista ora ci sta meglio. Quando avrai deciso il testo giusto, decidi dove porterà il pulsante. Potrebbe essere la landing page del tuo sito, per esempio.

Organizza la sezione Shop

Dicevamo che alcuni template ne hanno una integrata e naturalmente va configurata. Ci sarà una policy da accettare e un metodo di checkout da scegliere: Facebook, infatti, permette di configuare sia il checkout attraverso il sito, che attraverso Facebook stesso.

Non mancare di descrivere il tuo negozio e che tipo di prodotti vendi, dopodiché, carica i prodotti con foto, prezzi e descrizioni.

Tagga i prodotti nelle foto

Lo sai che se hai questo tipo di pagina, puoi taggare un prodotto in una foto o un video? Allora ecco che un post con una foto dell’ultima novità in vendita può incorporare in sé un link all’acquisto dello stesso. In realtà, tutte le pagine possono taggare prodotti nelle foto, ma solo chi ha il template adatto può indirizzare i propri utenti sulla pagina giusta.

Abilita le recensioni

La social proof è importante. Comportati bene coi tuoi clienti e chiedi loro di lasciare una recensione. Più queste sono buone, maggiori possibilità hai di incrementare le vendite e acquisire ulteriori clienti. Pubblicità gratuita, praticamente.

Come usi Facebook per vendere?

Questi sono gli accorgimenti che userei per vendere prodotti su Facebook. Tu sei d’accordo o pensi che manchi qualcosa? Esprimi la tua opinione nei commenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mario Palmieri

Mi chiamo Mario Palmieri e sono un digital copywriter. Mi occupo di scrivere testi pubblicitari e gestire blog per conto di aziende e professionisti che vogliono farsi conoscere sul web.

Share This

ContenTricks

Advertising online

Il cliente

ContenTricks è una libreria di contenuti sul digital marketing già pronti all’uso, dagli articoli ai video. Vi si accede pagando una sottoscrizione mensile e ogni mese vengono caricati nuovi contenuti.

L’obiettivo della campagna su Facebook era quello di aumentare il numero degli iscritti facendo appello a tutti quei marketer che fanno fatica a produrre contenuti nuovi e genuini per il loro business. Il tono richiesto doveva essere amichevole, come a parlare da collega a collega.

L'idea

Dai feedback pervenuti durante la fase di test, è emerso che la maggioranza degli iscritti usava ContenTricks come fonte di ispirazione.

Ho voluto ricreare la situazione tipica del content creator di fronte al monitor senza ispirazione. Dato il basso budget, come visual ho dovuto fare ricorso a immagini di stock, ma ho preferito un buffo cagnolino al solito tizio impanicato.

La head rappresenta la voce del collega che bonariamente scherza sul momento di sconforto e propone una soluzione che verrà poi spiegata nel testo dell’annuncio: ContenTricks.